Coach Zanella analizza il match con Geas e fa il punto del cammino europeo

74ccc97a-2e32-48b5-a3fa-af38659bf70f
Postata il 14 Dec 2019 - 1:11pm da Famila Schio News

Decimo impegno di campionato alle porte per il Famila Wuber Schio, atteso domani, domenica 15 dicembre, al PalaCarzaniga di Sesto San Giovanni. Geas che ospita Famila e scledensi che tornano in Lombardia per la seconda volta in sette giorni, terza trasferta consecutiva, “road trip” che si chiuderà a metà settimana in Polonia contro Gdynia. La squadra di Vincent ha sempre vinto lontano dal PalaRomare in campionato, mentre ha sempre perso nelle trasferte europee. Terzultimo viaggio del 2019, dopo il sopracitato impegno europeo, l’ultima trasferta si disputerà a Bologna contro la Segafredo il 29 dicembre.

Giornata interessante quella di campionato, nel lotto delle cinque squadre in lizza per la vetta, ci saranno due scontri diretti con le Orange spettatrici molto interessate. Tutte appaiate ad una gara di distanza da Dotto e compagne: Ragusa, San Martino, Venezia e Lucca. Siciliane con una partita in meno, in questo senso il giudice sportivo si è già pronunciato, Ragusa-Costa Masnaga verrà recuperata più avanti. San Martino ospiterà proprio Ragusa, mentre trasferta toscana per Venezia.

Geas assieme ad Empoli è la prima delle inseguitrici, non un impegno facile per le Orange, sicuramente da non sottovalutare. Molte giovani interessanti in casa Geas, Verona e Panzera in primis, ben supportate da Brunner e Williams, quest’ultima miglior marcatrice per punti a partita.

Supercoppa_DSC2726

“Sia con Broni che con Sopron abbiamo trovato buone misure rispetto alle avversarie” – commenta il vice allenatore Piero Zanella – “Con Broni abbiamo trovato di più il canestro da fuori, abbiamo aperto di più il campo così da liberare Sandrine Gruda in mezzo, con Sopron ci è riuscita un po’ meno questa cosa, o meglio, sono state più brave le ungheresi ad adattarsi.”

“Il bilancio europeo è positivo, abbiamo tenuto inviolato il nostro campo e non è poco, dobbiamo cercare il salto di qualità esterno che ci permetterebbe davvero di alzare il nostro livello. Ora testa alla trasferta di Sesto San Giovanni, vi aspettiamo poi in casa con Costa Masnaga poco prima di Natale.”

 

Commenta