ELW, il Beretta Famila Schio passa a Salamanca – Venerdì appuntamento con la Storia al PalaCampagnola

Postata il 22 Feb 2012 - 5:36am da Famila Schio News
Il Beretta Famila Schio passa sul campo delle campionesse d’Europa del Perfumerias Avenida Salamanca per 67-59 nel primo dei match della serie play off di Eurolega. Con un mini-capolavoro di sagacia tattica e volenterosa intensità, le giocatrici di coach Lasi portano a casa una vittoria di prestigio continentale e Venerdì avranno il match-ball per il passaggio alla final 8 di Istanbul. Un Beretta Famila Schio che gela il “Pabellon Wurzburg” fin dai primi minuti quando nei primi 3′ piazza un blitz di 8-2 con Nadalin in evidenza. La difesa orange ha tono, De Souza e Bonner non riescono ad arrivare al tiro pulito grazie ai raddoppi puntuali e ad una solidarietà difensiva accademica. Salamanca, dopo lo shock iniziale, spinto dai 3200 di casa si rifà sotto, complice qualche palla persa di Schio, anche se il primo quarto si chiude con il vantaggio di Schio, 12-14, esile ma di fondamentale importanza psicologica.
 Ti aspetti Salamanca ma l’asse Macchi-McCarville gira che è un piacere: il 14-28 di metà quarto è gustoso per tutti gli scledensi collegati sul web per seguire la partita. Cohen firma il +17 a 1′ dalla pausa lunga ma De Souza e Bonner dalla lunetta riducono lo svantaggio fino al 24-37. 
Al ritorno dagli spogliatoi il Beretta Schio è consapevole che un’altra partita sta per cominciare e che le spagnole scenderanno in campo con il coltello tra i denti. C’è da ripetere i primi minuti del match e ribattere colpo su colpo per non lasciare spazio, anche dal punto di vista del morale, all’inevitabile tentativo di “remuntada” delle padroni di casa. Il vantaggio di Schio scende sotto la doppia cifra dopo 4′ di gioco: è Fernandez con una delle sue penetrazioni, a mettere il 31-39 che esalta e fa sognare gli spagnoli. Cohen e McCarville però riportano tutti con i piedi per terra (34-43) mentre alle sortite di Korstin risponde Masciadri siglando la bomba del 41-51 al 30′. 
 Gli ultimi 10 ‘ di gioco sono quanto di più emotivamente probante possa vivere uno sportivo. Salamanca gioca con il cuore in mano ma il Beretta ha testa, gambe e coraggio da vendere. Ford, che soffre ancora per i noti problemi al ginocchio, lotta sotto canestro con inusitata determinazione, Proprio lei a 5′ dalla fine  mette il 50-60 a favore di Schio. Cinque minuti di fuoco aspettano il Beretta Famila Schio: i castigliani cantano e saltano trasformando il palazzetto in un’arena ma il suggello alla vittoria è la stoppata di Chicca Macchi al tentativo da tre di Bonner quando sul cronometro rimangono 30”. E’ segno che il Beretta Famila Schio può fissare la vittoria nella memoria e che Venerdì al PalaCampagnola l’appuntamento è davvero con la Storia. 
A fine gara in sala stampa coach Lasi dichiara: “Una gara davvero encomiabile da parte delle mie giocatrici in uno dei campi più difficili d’Europa. Abbiamo messo in campo tutto quello che avevamo e siamo riusciti a fissare questo primo passo. Venerdì sarà davvero dura contro Salamanca ma sappiamo di poter contare sul calore del nostro pubblico per questa gara così importante.”
 Liron Cohen: “Un grande risultato ottenuto giocando con determinazione, concentrazione ma soprattutto con cuore e unità di squadra. Vincere a Salamanca è un’impresa, ma l’impresa vera la dobbiamo compiere sul nostro campo con l’aiuto della nostra gente”. 

Commenta