Famila Wuber Schio passa a Torino e infila il poker in campionato – Giovedì prima di ELW in casa

74ccc97a-2e32-48b5-a3fa-af38659bf70f
Postata il 29 Oct 2018 - 7:01am da Famila Schio News

E’ un Famila Wuber Schio turbo quello che espugna il PalaRuffini di Torino: le orange, infatti, passano in Piemonte 61-98 con una prestazione determinata, precisa e convincente.

dotto_famila_schio

Con le torinesi le scledensi mettono subito le cose in chiaro dando grande sostanza all’attacco che già a metà del primo quarto mette a referto 19 punti (contro i 3 delle padrone di casa) dimostrando di voler subito dare alla gara una direzione ben precisa. Ed è una direzione che le giocatrici di coach Vincent mantengono per tutti e 40′ senza sbavature o cali di concentrazione dei quali potessero beneficiare le avversarie guidate da coach Riga.

Quarta vittoria consecutiva per le orange che ora, in campionato, puntano il derby contro Venezia per conquistare la vetta (domenica prossima) ma prima, giovedì, ci sarà la prima in casa di Eurolega contro  Praga.

Iren Fixi Torino – Famila Wuber Schio 61 – 98 (12-35, 33-58, 48-73, 61-98)
IREN FIXI TORINO: Seumo NE, Jasnowska* 9 (0/2, 3/10), Togliani 2 (1/4, 0/1), Milazzo* 10 (2/5, 2/3), Buffa NE, Cabrini 10 (2/2, 2/2), Trucco NE, Petrova* 2 (1/4 da 2), Bosio, Lawrence* 21 (7/13, 2/6), Davis Reimer* 7 (3/11 da 2)
Allenatore: Riga M.
Tiri da 2: 16/41 – Tiri da 3: 9/22 – Tiri Liberi: 2/5 – Rimbalzi: 25 5+20 (Davis Reimer 7) – Assist: 23 (Milazzo 8) – Palle Recuperate: 6 (Jasnowska 2) – Palle Perse: 15 (Togliani 3)
FAMILA WUBER SCHIO: Filippi, Fassina 12 (6/7 da 2), Masciadri 2 (1/1, 0/1), Lisec* 7 (3/4 da 2), Crippa* 5 (1/1, 1/1), Battisodo 14 (2/2, 3/3), Andre’ 17 (7/10 da 2), Dotto* 7 (2/7, 1/4), Lavender* 22 (10/16 da 2), Gemelos* 6 (1/1, 1/4), Micovic 6 (0/1, 2/3)
Allenatore: Vincent P.
Tiri da 2: 33/50 – Tiri da 3: 8/19 – Tiri Liberi: 8/12 – Rimbalzi: 46 12+34 (Andre’ 12) – Assist: 36 (Lavender 9) – Palle Recuperate: 10 (Filippi 2) – Palle Perse: 11 (Lavender 6)
Arbitri: Terranova F., Pellicani N., Pallaoro L.

Commenta