Il Famila Wuber Schio vince a Lucca e conquista la finale

Postata il 16 Apr 2014 - 9:14pm da Famila Schio News

E’ finale scudetto! La quinta di fila degli ultimi 5 anni: Il Famila Wuber Schio continua a scrivere la storia del basket italiano. Battendo Lucca in gara 4 si aggiudica così la serie finale.

Quintetto #orange in campo composto da Sottana, Honti, Macchi, Godin, Ress. Lucca schiera Bagnara, Mahoney, Jones, Halman, Dotto.

Primi 4′ di gara in equilibrio (8-8): Schio prova a piazzare un break con Macchi (8-10) ma Gianolla risponde (10-10 al 7′). E’ Lucca a provare l’allungo con un gioco da 3 di Halman (13-10 all’8′) subito recuperato da Masciadri con una delle sue triple da manuale del basket. Il primo quarto si chiude con il canestro dalla lunetta del capitano orange che fissa il punteggio sul 18-16. Il capitano orange è “on fire” e in apertura di secondo quarto piazza la tripla del +1 subito però vanificato da Crippa che ruba palla e sigla in contropiede il 20-19 al 12′.  Il primo allungo del match lo firmano le orange con Sottana e Macchi (22-29 al 15′). Mahoney dalla lunetta, a 120” dall’intervallo lungo, è precisa (26-31), Macchi risponde e il primo tempo si chiude sul 26-35.

Il vantaggio #orange raggiunge la doppia cifra in apertura di ostilità: è Godin sottocanestro a piazzare il 26-37. Sono Sottana e Vandersloot a dare il là ad una nuova accelerazione del Famila Wuber Schio che a metà parziale si porta sul 31-45. In questo frangente le giocatrici di Mendéz danno profondità e intensità difensiva: il parziale in 7′ è di  5 – 21 per Schio. Il quarto si chiude sul 40-63 per le ospiti.

L’ultimo qarto si apre con Lucca che mette un primo break di 6-0 (45-63) in 2′. A rompere il momento buono delle toscane è Godin imbeccata da Vandersloot (48-65 al 34′). E’ Masciadri chiudere la porta al tentativo di rimonta della Gesam Gas con la tripla del 49-70.

Il finale dice 53-76 per il Famila Wuber Schio.

Avversaria del Famila Wuber Schio sarà la Passalacqua Ragusa che ha battuto l’Acqua&Sapone Umbertide nell’altra semifinale.

apertura

 

Commenta