Verso Kayseri, l’analisi di Macchi: “Letture e giro di palla”