Scledensi che ospitano le campane, “testacoda” che nasconde insidie, coach Zanella analizza il match

74ccc97a-2e32-48b5-a3fa-af38659bf70f
Postata il 7 Nov 2019 - 10:45pm da Famila Schio News

Si avvicina anche l’ultima allacciata di scarpe prima della pausa dedicata alla nazionali. Famila Wuber Schio che si appresta a giocare la quarta partita consecutiva al PalaRomare (anomalia del calendario parecchio singolare). Sabato 9 novembre, alle ore 20.30 la palla a due contro Givova Battipaglia.

Campane che chiudono in questo momento la classifica del campionato, ancora a secco di vittorie la squadra di coach Orlando. Impegno che dunque sulla carta sembrerebbe poter arrecare meno insidie dei precedenti, errore di valutazione nel quale la squadra di coach Vincent non deve assolutamente cadere.

Schio_VS_Vigarano_DSC2590

Quinta partita in quattordici giorni per il Famila che ha inanellato Lucca, Lione, Vigarano e Montpellier in questo “tour de force” che per ora ha portato davvero ottimi risultati.

Analizza approfonditamente l’impegno Piero Zanella:Veniamo da un’ottimo periodo e da una grande partita con Montpellier. La nostra difesa sta funzionando molto bene, la riprova proprio contro Montpellier, siamo riusciti a tenere nettamente sotto media le francesi sia come squadra sia andando ad analizzare le medie delle loro principali realizzatrici. Buoni segnali anche offensivamente quindi stiamo migliorando. Importante sarà lavorare sulla gestione del vantaggio, a volte abbiamo peccato in questo discorso.”

La chiave è non cadere nell’errore più facile da commettere ossia sottovalutare la gara. Qualunque non addetto ai lavori si aspetterebbe un impegno semplice, non è così, Battipagli ha buone qualità individuali a partire dalla ex Orange Tagliamento. Mi aspetto una gran partita da parte loro. Dobbiamo sviluppare il gioco sui nostri punti di forza. Se diventa un partita complicata ci sarà da soffrire.”

Supercoppa_DSC2726

Dopo un’analisi sull’impegno appena affrontato e quello alle porte abbiamo chiesto a coach Zanella una prima analisi della stagione poco prima appunto della pausa nazionale.

Abbiamo ormai alle spalle due mesi di lavoro, è stato un percorso abbastanza movimentato, mi riferisco agli infortuni, già dal precampionato abbiamo iniziato a lavorare con qualche defezione ciclica, tutt’ora abbiamo appena recuperato Sabrina (Cinili, ndr) e attendiamo il recupero completo di Eva (Lisec, ndr). Il bilancio penso che sia positivo, abbiamo portato a casa una Supercoppa, sono arrivate due sconfitte, una con Ragusa in campionato ed una con Kursk sul loro campo che ci possono stare. Se guardo solo i risultati sino a qui il cammino è splendido. Penso che la chiave nostra sia quella difensiva, stiamo facendo li la differenza. Sono soddisfatto, siamo soddisfatti a livello di staff, cerchiamo una maggiore costanza ed una sicurezza ulteriore a livello offensivo.”

Commenta