Torna il campionato per Famila Wuber Schio: adesso c’è la Liomatic Umbertide

Postata il 10 Dec 2011 - 1:44pm da Famila Schio News

Due giorni di preparazione per il Famila Wuber Schio dopo l’esaltante euro-vittoria contro le campionesse continentali di  Salamanca.

In agenda per il Famila, dopo aver disarcionato dalla vetta della classifica Le Mura Lucca, la sfida ad una delle capoliste rimaste, la Liomatic Umbertide. Senza soluzione di continuità in questa la squadra del presidente Cestaro è chiamata a prove di importanza topica sia in Campionato che in Eurolega, contando che martedì il team orange sarà impegnato in quel di Istanbul contro il Fenerbahce. Venendo al campionato quella contro Umbertide è senz’altro uno dei match-chiave di questo scorcio finale di 2012: le umbre, prime in classifica appaiate a Taranto, sono a pieni giri dopo aver inanellato 4 vittorie consecutive (prima e ultime sconfitta per la squadra di Serventi alla quarta giornata contro il Cras). Per questo il Famila dovrà contare su tutto il roster a disposizione. “Siamo in una fase di crescita -afferma coach Maurizio Lasi- e questo ci ha portato ad ottenere una vittoria importante contro Salamanca con un primo quarto da tenere a futura memoria. C’è bisogno che tutti diamo il massimo, sia gioca di più chi gioca di meno. Da quest’ultime anzi mi aspetto di più”. Per le beniamine arancioni, ieri festeggiate con il rituale calore alla cena del Famila Fans Club, in questi due giorni sessioni tattiche con il supporto video e lavoro sul campo nella mattinata di Sabato.

 

Non sarà dunque una partita semplice ma sarà una partita diversa per Chiara Consolini che ritorna a Umbertide dopo le tre stagioni passate alla corte di coach Serventi. “Per me sarà una partita diversa, sicuramente. In ogni caso, andiamo lì per dare continuità di risultati ma la Liomatic, come ha dimostrato fino a questo punto, è squadra solida e compatta. Match difficile, l’ambiente sarà inevitabilmente caldo ma siamo ad un punto cruciale in questa fase di regular season e non possiamo sbagliare”.

 

Commenta